News

Eventi, fiere, manifestazioni. Il marmo è protagonista

Consulenza tecnica nelle contestazioni e nelle cause giudiziarie

L'importanza della consulenza tecnica nelle contestazioni e nelle cause giudiziarie

Il Consorzio Produttori Marmo Botticino Classico segnala l’interessante ed utile servizio proposto dall’Arch. Andrea Botti e dal Geologo Marino Motta, liberi professionisti operanti nel settore lapideo con una conoscenza approfondita in particolare del nostro comparto, come consulenti tecnici di aziende, società e privati nell’ambito di controversie, arbitrati e operazioni peritali in genere.

Al fine di contribuire ulteriormente alla qualificazione e alla tutela del marchio “Botticino Classico” e delle attività svolte dalle aziende operanti nel settore lapideo che considerano il Consorzio Produttori Marmo Botticino Classico riferimento istituzionale prezioso e qualificante, riteniamo interessante segnalarvi il servizio proposto, in particolare:

  • Perizie di stima, valutazioni economiche di forniture e posa in opera;
  • Perizie riguardanti la corretta esecuzione di opere in pietra naturale;
  • Perizie riguardanti la provenienza, la tipicità e la qualità della fornitura;
  • C.T.P. (consulenza tecnica di parte) nell’ambito di A.T.P. (accertamento tecnico preventivo) controversie, arbitrati, cause civili.

Gli eventuali rapporti professionali saranno definiti autonomamente fra le parti senza il coinvolgimento in nessuna forma del Consorzio stesso.

 

L’importanza della consulenza tecnica nelle contestazioni e nelle cause giudiziarie

La crisi economica, che ha investito il settore dell’edilizia in questi anni, ha generato nei settori produttivi ad essa collegati una crescita importante di casi di contestazione, nei confronti d’imprese, fornitori e talvolta anche progettisti. Il settore della pietra non si è rivelato immune da tali problematiche che, per alcune aziende, hanno generato conseguenze spesso infauste, laddove le controversie si sono trasformate in cause giudiziarie, terminate con sentenze gravose sul piano economico.

Quando una contestazione si trasforma in controversia legale e giudiziaria, oltre all’avvocato è quanto mai necessaria anche la figura del Consulente Tecnico Di Parte (CTP). L’avvocato è il rappresentante e difensore legale, mentre il CTP è il difensore Tecnico.
L’esito della controversia, in particolare quando riguarda aspetti prettamente tecnici, è fortemente influenzato dalle Perizie di Consulenza Tecnica redatte dal Consulente Tecnico D’ufficio nominato dal giudice (CTU) e dai CTP. I Giudici, non avendo in generale competenze tecniche per comprendere a fondo la questione, si basano sul responso tecnico dei loro consulenti CTU, i quali esaminano accuratamente gli atti, i luoghi e i fatti per poi relazionare le loro conclusioni. Sulla base di tali consulenze il Giudice emette il verdetto.

Sia il codice di procedura civile sia il codice di procedura penale prevedono esplicitamente che le parti in causa possano nominare un proprio Consulente Tecnico Di Parte (CTP): questa figura professionale ha il compito di garantire il controllo circa la trasparenza e correttezza delle operazioni peritali e diventa un importante sostegno tecnico per il soggetto che si trova ad affrontare tali situazioni, in particolare nel caso di settori che richiedono conoscenze di tipo specialistico come quello lapideo.
Dal punto di vista formale, per nominare un CTP, è sufficiente che in sede di nomina della CTU vengano comunicate al Giudice le generalità del Consulente di Parte, o ci si riservi di nominarlo entro un termine fissato. Il ruolo del consulente consiste nel presentare al CTU le ragioni del cliente rispetto agli obiettivi della consulenza ufficiale.

Il CTP può contemporaneamente fornire un indispensabile supporto tecnico all’Avvocato aiutandolo ad affrontare meglio le argomentazioni che in genere sconfinano dalla tecnica alla giurisprudenza e viceversa.
Infine, la consulenza può essere utile anche per impostare una trattativa migliore, senza necessariamente proseguire nella causa, consentendo di partire da una posizione contrattualmente più forte e vantaggiosa, oppure per contestare ed opporsi a infondate pretese creditorie della controparte, come richieste danni, attribuzione di responsabilità, etc.

 

Sei interessato al servizio di consulenza tecnica nell’ambito di controversie, arbitrati e operazioni peritali in genere?
Per maggiori informazioni contatta il Consorzio al numero +39 030 2190627 oppure compila la form online.

speciale expo

Il marmo a expo 2015

Archivio News

Mermomac 2017

Marmomac 2017

Anche quest’anno il Consorzio parteciperà a Marmomac 2017, Fiera Internazionale […]